Il 27 maggio scorso si è svolta la seconda edizione della “Giornata dei volontari ad Haiti”. Tra loro, anche i 12 volontari dell’Unione Europea presenti nel Paese.

Ad accogliere i volontari, c’erano quest’anno il Direttore della DG Echo ad Haiti, responsabile del programma EU Aid Volunteers, l’Ambasciatrice di Francia, un Deputato haitiano, un Rappresentante del comune in cui l’evento ha avuto luogo e il Direttore di France Volontaires, organizzatore dell’evento. Tutti, nei loro discorsi, hanno insistito sull’importanza dello spirito di cooperazione tra i popoli dimostrato dalla presenza dei volontari europei ad Haiti. Allo stesso tempo, non va dimenticato che il volontariato da solo non basta per una contribuzione significativa alle grandi sfide della cooperazione allo sviluppo. Ancora più importante in questo contesto, è rafforzare le relazioni tra i diversi volontari (servizio civile, volontariato di reciprocità, volontariato per la solidarietà internazionale, EUAV, ecc.) e le loro organizzazioni, da qui l’importanza di questa giornata.

Jordi Torres Miralles, Direttore Generale di ECHO ad Haiti

Terminati i saluti di rito, è stata la volta dei volontari che hanno avuto l’occasione di conoscersi meglio grazie a diverse testimonianze personali. Tra gli altri, una volontaria haitiana appena rientrata dal servizio volontario di reciprocità in Francia, che nonostante alcune difficoltà (legate in particolare al visto, all’incontro con una nuova cultura e al clima differente…) si è dimostrata entusiasta della possibilità di far conoscere la sua cultura all’estero e di dimostrare che il volontariato non viene solo dai Paesi più sviluppati verso quelli più poveri.

Una famiglia di volontari ad Haiti

In seguito, una volontaria dell’Unione Europea ha presentato il programma EU Aid Volunteers agli altri volontari presenti i quali si sono dimostrati molto interessati a questa nuova iniziativa. La giornata ha poi visto un’altra occasione di confronto nel corso di una tavola rotonda sul tema “il plus-valore del volontariato per Haiti, per i volontari e per i Paesi di origine”.

Presentazione di EU Aid Volunteers da parte di una volontaria dell’Unione Europea

Dopo pranzo, di nuovo tutti insieme per “Comprendere Haiti”, conferenza di Roody EDMEE, storico e intellettuale haitiano, che brevemente ha ripercorso tutta la storia del Paese dall’indipendenza ad oggi, arricchendo il racconto di aneddoti e curiosità.

Comprendre Haiti, Roody Edmee

Per finire, i volontari hanno partecipato a un quiz di cultura haitiana e concluso la Giornata a ritmo di musica grazie al concerto Troubadour organizzato in loro onore.

L’appuntamento per tutti è al 2018 con la 3° edizione!

Foto e testo di Mara Loiacono, Junior Volunteer in Finance and Administration (Haiti) e Yoann Can Can, Senior Volunteer in WASH (Haiti)

Condividi su

Il nostro sito web utilizza i cookie per migliorare i servizi e le esperienze offerte ai visitatori. La prosecuzione della navigazione ne comporta l’accettazione. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi