La storia di Barbara,  Junior Volunteer in Project Management e Amministrazione con GVC Guatemala.“Per me essere una volontaria significa essere aperta a sfide e differenze, cercando di lasciare a casa i miei pregiudizi. Ed essere emotivamente generosa, curiosa e con la voglia di condividere energie ed esperienze”. 

Far parte del programma EU Aid Volunteer è stata per me una bellissima scelta di vita che permette a giovani preparati di far coincidere l’idealismo del volontariato con un’esperienza professionalmente formativa. 

Ho scelto di candidarmi come  EU Aid Volunteers perché volevo fare esperienza di campo come project manager e mettere le mie competenze a disposizione dei beneficiari dei progetti che GVC porta avanti in Guatemala.

Il Guatemala è un paese stimolante. Sono qui da 5 mesi e sento che ho ancora molto da vedere, ascoltare e sentire. A differenze di altri paesi centro-americani, in Guatemala la cultura maya è ancora molto forte, e non è stata distrutta. I paesaggi sono mozzafiato: ci sono 37 vulcani di cui 4 ancora attivi, due oceani ne bagnano le coste e svariati ecosistemi convivono.

Come tutte le bellezze del mondo, non è esente da problemi. Il paese è in cima a varie classifiche, c’è un alto tasso di diseguaglianza, il sistema sanitario è molto debole e il governo è sommerso da una crisi istituzionale. Per le comunità più vulnerabili, tutto questo si traduce in malnutrizione e povertà. Ed è in questo ambito che GVC agisce. 

GVC ha un’importante presenza in Guatemala, dove dagli anni ’80 vengono implementati attività di aiuto umanitario per i più bisognosi, nell’ottica della costruzione di un mondo più egualitario e giusto. Questi ambiziosi obiettivi non si raggiungono da soli, e GVC lo sa bene: non a caso, il suo motto è “cambiare il mondo è un lavoro di gruppo”. GVC  fa parte di un consorzio di ONG che fra le altre cose distribuiscono liquidità a comunità indigene in grave difficoltà a causa della carestia stagionale. Inoltre, vengono promosse varie attività per la salvaguardia della sicurezza alimentare delle persone che vivono nel cosiddetto “corredor seco”  centroamericano (termina che denomina la zona minacciata da grave siccità di Guatemala, Honduras e El Salvador). 

 Sono molto felice di poter contribuire al lavoro di GVC in Guatemala, le qualità umana e professionale delle persone con cui lavoro mi spronano a dare il meglio di me ogni giorno. 

Come volontaria in project management e amministrazione, sto facendo molta esperienza nel ciclo di gestione di progetto, dalla raccolta fondi alla rendicontazione ed è per me molto gratificante poter dare il mio contributo al cambiamento.  

Barbara Terrone, Junior Volunteer in Project Management e Amministrazione con GVC Guatemala. 

Per informazioni su EU Aid Volunteers clicca su
http://www.gvc-italia.org/euaidvolunteers_parti_con_noi.html
o scrivi a volunteers@gvc-italia.org 
 
 
 
 

 

Condividi su

Il nostro sito web utilizza i cookie per migliorare i servizi e le esperienze offerte ai visitatori. La prosecuzione della navigazione ne comporta l’accettazione. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi